uno Strudel alla pasticceria di Prager Platz (2016)

allora raga vi racconto una storia che guardate raga, mi viene il nauseone solo a pensarci che tanto è divertentissima ma una roba pazzesca da nausea che poi uno vomita anche il piede sinistro e quello di sua sorella tanto fa che nauesa! allora oggi avevo proprio voglia di farmi un giretto una cosa rapida, tipo sto fuori dieci minuti e prendo aria, cosi per prendere aria che sono sempre in casa e mi ammuffisco con tutto lo stare in casa che uno a un certo punto dice anche: magari vado a farmi un giro che ne sento il bisogno, che sono da ore in casa che mi sto ammuffendo tutto il giorno in casa e allora esco e OHHHH un freddo maiale, ma un freddo che proprio non si respirava e il vento che arrivava e un freddo cane che allora io cammino e cammino e dico va bene prendere aria, ma insomma che freddo, perché non so se vi ho detto che faceva un freddo micidiale proprio; allora entro in una sala da tè, una pasticceria una roba dove ti fanno delle cose belle calde, un localino di classe tutto pieno di vecchi bacucchi come me che avevano freddo e allora dico alla tipa del bancone senti bella, cioè non le ho detto proprio così, ma lo dico io a voi adesso per fare un po’ il fico in realtà le dico ehi buonasera senta, mi fa mica una cioccolata; e lei mi dice come la vuole, cioccolata bianca o bella scura, oh, mica sono una mammoletta, le dico la voglio bella scura, e momento che prendo fiato

allora questa mi fa, le faccio la cioccolata, e mi fa: mica vuole anche un dolcetto; io penso che magari un dolcetto non è mica male, anche perché non so se vi ho detto che faceva un freddo allucinogeno, ma proprio bestiale con il vento che sembrava un asciugacapelli, ma non di quelli caldi che asciugano, ma tipo un asciuagcapelli con il ghiaccio davanti che uno diventa freddo anche se ha caldo e insomma tipo come se uno ha un condizionatore d’aria di quelli proprio forti, non come il pinguino o quelle robe li che non raffreddano neanche al polo sud e neanche al polo nord se è per questo, comunque dico alla tipa che era anche carina, un po’ asiatica ma carina, e le dico sì magari un dolcetto lo prendo, e allora guardo la vetrina piena di dolci bestiali, roba di burro puro con zucchero e marmellatone che facevano nausea solo a vederle, cioccolata fusa con mascarpone roba da nausea proprio, che gia non mi sentivo granché bene che faceva un freddo pazzesco, però poi vedo che cià lo strudel, quel bel dolcetto leggero tipo tirolese, roba con la mela bella pressata un po’ di zucchero, roba che uno mangia leggero si dà anche ai malati in ospedale, ovviamente non quelli che hanno fatto l’appendicite che poi stanno male, ma magari i malati che ne so quelli con il gesso che sono caduti male sul marciapiede perche era ghiacciato tipo oggi che faceva un freddo pazzesco non so se vi ho detto, comunque allora dico alla tipa senta, mi dia uno strudel e la tipa che era anche carina, un po’ asiatica tipo, mi dice si sieda che glielo porto, e allora io mi siedo con la cioccolata che già quella era un po’ da nausea ma insoma ne avevo bisogno che faceva un freddo pazzesco, e momento che prendo fiato

allora io comincio a sorseggiare la cioccolata, no, perche l’avevo ordinata e la tizia che era anche carina, un po’ orientale me l’aveva preparata per benino, bella calda ma non bollente, e io sorseggio e sorseggio e già mi sentivo un po’ confortato perché venivo da fuori dove oh!, faceva un freddo becco, una roba da saltare via le orecchie se uno le ha, se non le ha gli saltano via i denti o non so che mi importa a me di che cosa gli salta via, comunque sorseggio questa cioccolata bella calda che mi aveva preparato la tipa che era anche carina, un po’ orientale sul tipo, e vedo che lo strudel non arriva, io dico che ci vuole a mettere uno strudel nel piatto, e io aspetto non è che ho fretta, ma dopo un po’ mi stavo anche rompendo, allora vado al bancone e dico, ehi tipo carina, ma mica glielo ho detto cosi, lo dico a voi per fare il fico, scusi signorina, scusi sa ma il mio strudel, e lei mi fa tranquillo, lo stanno preparando, e vedo uno che va di là in cucina con tipo una fiamma ossidrica, una roba che non so bene, allora io mi siedo e aspetto, e lo strudel non arriva, intanto la gente arrivava e comprava torte pazzesche piene di burro che davano la nausea solo a vederle ma erano gente orribile, brutta così ho pensato che forse era la gente a darmi la nausea, e che ne so io, magari era il freddo perche non so se vi ho detto che faceva un freddo bestia e allora ero entrato a farmi una cioccolata calda e volevo anche un dolcetto, ma non di quelli pieni di burro pesantissimi, insomma una cosina leggera tanto per non buttar giu la cioccolata a stomaco vuoto e allora ho detto mi faccio uno strudel una robina leggera che non resta tanto sullo stomaco mica come quelle torte piene di burro e insomma io aspetto e aspetto, e oh saranno passate ore e oh, incredibile, momento che prendo fiato

e insomma a un certo punto arriva la ragazza che era anche una tipa carina, un po’ orientale sul tipo, un po’ carina anche se orientale aveva il mento un po’ piatto non so se mi capite che ci capiamo sempre noi che aveva il mento un po’ piatto, ma insomma a dire il vero nell’insieme era anche carina e allora vedo che arriva con un piatto, ma mica un piattino da dolce tipo di quelli da strudel che poi appunto avevo ordinato uno strudel, ma uno di quelli grossi tipo da pizza del ristorante pizzeria, sapete quelli della pizza rotonda enorme da pizza e insomma vedo che mi porta questo piatto e penso che avrà sbagliato io mica ho ordinato una pizza, ma solo uno strudelino leggero leggero una roba così tanto per non bere la cioccolata a stomaco vuoto che avevo un freddo bestia non so se vi ho detto, e allora ho detto mi faccio una cioccolata e insomma non volevo una torta di quelle piene di burro ma uno strudelino leggero tanto per non bere la broda di ciococolata a stomaco vuoto e insomma oh, arriva questo piattone gigantesco con su il mio strudel ma era uno strudel che non avrei mai riconosicuto, vi dico mai e poi mai perche lo strudel era quello che avevo detto mi dia quello strudel e avevo anche indicato con il dito alla ragazza, un tipo carino anche se un po’ orientale ma carino, e lo strudel era proprio lui potrei giurarlo, ma sopra c’era un quintale di panna montata, ma un quintale proprio e ai punti cardinali quattro montarozzi di panna montata con sopra le mandorle e anche pezzi di mela buttati qui e la neanche fossi una bertuccia che gli lanci la mela e insomma c’era ogni roba possibile su quello strudel che a me è venuta la nausea peggio che s’avessi visto una torta al burro di quelle che non volevo di cui forse vi ho gia parlato e insomma però la ragazza mi guardava e sapevo che non potevo lasciare lo strudel lì e allora insomma accidenti io l’ho mangiato lo strudel, ma avevo una nausea pazzesca con tutta quella panna montata e oh ragazzi sapete che cosa ho fatto allora? eh lo sapete? mi è venuta una sete pazzesca ma proprio pazzesca e allora ho pensato prendo un bicchiere d’acqua per buttare giù lo strudel con la panna e invece no!!! una roba da rotolarsi dalle risate, ho preso un’altra cioccolata, un’altra capite, con la panna anche quella una roba da nausea che stavo uscendo matto dalla nausea e ho detto adesso vomito proprio qui ma non si vomita per la panna ma insomma una nausea pazzesca e io insomma volevo solo scaldarmi un attimo che poi quando sono uscito a dire il vero non sentivo piu freddo ma mica neanche più che però io vedevo che faceva un freddo bestia, ma io sudavo come una fontana di quelle che buttano fuori l’acqua, non quelle senz’acqua, ma proprio quelle con l’acqua e trasudavo panna dai pori che mi colava dappertutto, un caldo pazzesco anche se il vento era freddissimo e insomma ragazzi un pomeriggio difficile che adesso quasi quasi faccio un salto in pasticceria a farmi una cioccolata di consolazione

×
Data protection
, Owner: (Registered business address: Germany), processes personal data only to the extent strictly necessary for the operation of this website. All details in the privacy policy.
Data protection
, Owner: (Registered business address: Germany), processes personal data only to the extent strictly necessary for the operation of this website. All details in the privacy policy.